Torino, omofobo sfregia in maniera permanente un artista gay con un vetro: “Fr**io fai schifo”

Novembre 10, 2019 di Fabiano Minacci

Ennesima aggressione omofoba, questa volta a Torino. Lo scorso 6 novembre Luis (un artista di strada spagnolo conosciuto nel capoluogo piemontese) si stava esibendo e si era appena fatto truccare da una sua amica. Durante uno dei suoi mini spettacoli è arrivato un omofobo che ha iniziato ad urlargli contro: “Fr**io di mer*a. Fai schifo, vattene“.

Luis non ha fatto in tempo a rispondere, che l’aggressore l’ha colpito al volto con una bottiglia rotta e l’ha sfregiato in maniera permanente. L’artista ha cercato di difendersi, ma senza riuscirci, l’omofobo ha puntato al collo e ha tagliato Luis anche alla clavicola.

Stando a quanto riporta Il Corriere della Sera, il folle che ha sfregiato Luis è già stato individuato ed arrestato. Purtroppo la vittima però dovrà convivere con le cicatrici al volto.

“L’aggressore, Soufyane Himoud, marocchino irregolare di 29 anni, è stato arrestato dagli uomini delle Volanti per lesioni gravissime. Il caso è sulla scrivania del pm Giuseppe Drammis.

Le Volanti dopo aver arrestato il marocchino lo portano al pronto soccorso del Mauriziano: durante il pestaggio si è provocato fratture a naso e piede. Himoud ha precedenti e un ordine di espulsione del questore. 

 All’ospedale Gradenigo, dove Luis verrà trasportato, gli diagnosticheranno più ferite. Il chirurgo plastico spiega al giovane che soltanto con un’operazione potrà, forse, ridurre il danno permanente che ha in faccia. L’intervento non cancellerà lo sfregio, potrà soltanto far sì che si veda meno. Il paziente viene mandato al Cto”.

L’omofobia purtroppo non conosce confini di nessun tipo, geografici o culturali e ovviamente nessuno ne è immune, per questo mi auguro che la legge proposta dal PD venga approvata al più presto.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!

TAGS