tumblr

Tumblr: ecco come continuare a vedere il materiale per adulti censurato

Da circa due settimane Tumblr sta cancellando come un ossesso tutto il materiale considerato ‘per adulti’ dalla propria piattaforma per rendere il social accessibile a tutti e molti utenti si sono ritrovati per questo motivo il blog chiuso.

Chi vuole salvare il proprio blog di Tumblr può farlo iscrivendosi a Tapblr con le stesse credenziali di Tumblr e inserendo nell’apposito spazio il nome del blog che desidera ‘spostare’ e Tapblr, in maniera gratuita, migrerà tutti i contenuti pubblicati su Tumblr sulla nuova piattaforma Tapblr.
Vi è venuto mal di testa?

Lo stesso materiale che su Tumblr rischia quindi la censura può essere migrato su Tapblr dove resterà visibile a chiunque.

Al posto di Tumblr è nato Tapblr

Ecco cosa si legge nella breve descrizione del nuovo social network:

Tumblr is where we found community.
Tumblr taught us sexuality is better celebrated rather than shamed. Kinks are better shared. Through stories, conversations, and new friends, we’ve discovered ourselves.
On December 17th, Tumblr will hide all adult content. Countless hours of creation and curation, gone. But it doesn’t have to end. We’re creating Tapblr, a new microblog for the fun (adult) parts of Tumblr.

Why create Tapblr?
There’s always been a cat-and-mouse dynamic with porn and Tumblr. Blogs have been shut down and deactivated without explanation. Tumblr always turned a blind eye, and now it’s clear they never really wanted us.
We’re creating Tapblr to make it easy to backup your Tumblr content and rebuild. Together, we can create a community that is empowering, inclusive, and fun. Fill out the form above and transfer your content before December 17th.

Tumblr Tapblr

Tumblr, dal 17 dicembre ha rimosso i post per adulti

Lo scorso 17 dicembre Tumblr ha iniziato la sua censura ai post considerati ‘VM18’, ovvero per un pubblico di soli adulti.

Nelle scorse settimane il social di Jeff D’Onofrio aveva inviato una notifica a tutti gli iscritti che avevano condiviso foto esplicite intimandoli di rimuoverle, pena il ban.

Una scelta drastica necessaria per rientrare su Apple Store e Instagram, dove le ricerche di “#Tumblr” erano state oscurate. Non è la prima volta che la Apple impone sanzioni severe a chi non rispetta le sue linee guida: nei mesi scorsi anche l’applicazione di Telegram era sparita per qualche tempo da App Store per aver permesso lo scambio di immagini di minori non autorizzate.

Ma cosa c’è dietro a questa mossa suicida? Dal 16 novembre l’app di Tumblr è stata cancellata dall’Apple Store in seguito alla diffusione al suo interno di alcuni contenuti pedopornografici.

Sembra quindi che la scelta di eliminare qualsiasi contenuto per adulti sia arrivata dopo questo scandalo: una decisione davvero drastica.

comments

TECH

Articoli più letti del mese