Unioni Civili

Unioni Civili: a due anni dall’Italia anche la Repubblica di San Marino le approva

A due anni dall’Italia, anche la più antica Repubblica del mondo ancora esistente, la Serenissima Repubblica di San Marino, ha approvato le Unioni Civili, addirittura con un testo più completo rispetto a quello approvato dal Governo Italiano.

Con 40 voti favorevoli, 4 contrari (spediteli su Marte) e 4 astenuti le Unioni Civili sono da oggi, 16 novembre 2018, legali anche ne piccolissimo stato, noto ai più per non dar mai all’Italia 12 punti all’Eurovision.

Un bellissimo esempio di civiltà a cui dovrà sicuramente seguire la legge per l’interruzione volontaria di gravidanza, ancora illegale nella Serenissima. Le donne sammarinesi che vogliono abortire, infatti, devo farlo privatamente a pagamento in Italia, dato che nel nostro paese è un servizio gratuito negli ospedali solo se cittadina italiana.

San Marino approva le Unioni Civili, la gioia di Arcigay Rimini

Marco Tonti, presidente di Arcigay Rimini, ha espresso la sua felicità sui social:

“La Repubblica di San Marino, la più antica repubblica del mondo, ha la sua legge per le unioni civili. È un momento storico per la piccola repubblica in cui l’omosessualità era criminalizzata solo fino al 2004. Ci sono ancora molti diritti civili mancanti all’appello, come per esempio l’interruzione volontaria di gravidanza. Siamo molto felici che Arcigay Rimini abbia potuto assistere e affiancare costantemente il Comitato promotore della legge rappresentato da Valentina Rossi e Paolo Rondelli durante questo anno e mezzo di lavoro intenso, e siamo felici che le persone che si sono messe in prima linea per questa battaglia dei diritti si siano incontrate al Rimini Summer Pride del 2017 grazie all’iniziativa e al coinvolgimento di Karen Pruccoli allora coordinatrice della Commissione pari opportunità della Repubblica”

unioni civili

comments

LGBT

Articoli più letti del mese