UNO svela la vera regola della carta +4 e lascia tutti sotto choc

30 Dicembre, 2019 di Fabiano Minacci

Chi conosce il gioco di carte UNO sa che può usarlo solo con amici che può considerare realmente tali, perché è talmente bastardo che se l’amicizia non è forte rischia di compromettersi per sempre.

La “str*nzaggine” del gioco, però, non sarebbe da attribuire necessariamente alle regole scritte dalla Mattel, bensì dagli stessi giocatori che hanno stravolto ed usato tutt’altre regole tramandandole (sbagliate) di generazione in generazione.

Chi riceve la carta +2 e quella più temibile +4, infatti, non solo pesca dal mazzo il numero di carte indicate, ma resta anche fermo un giro: un fermo necessario che non può essere superato dal giocatore rispondendo con un altra carta identica. Insomma, se Tizio dà a Caio un +4, Caio necessariamente deve prendere quattro carte dal mazzo e stare fermo un giro, non può rispondere con un altro +4 costringendo Sempronio a pescare otto carte. Stessa regola vale anche con i +2. Chiaro?

A svelare questa cosa è stato il profilo Twitter del gioco ufficiale rispondendo in maniera netta e chiara. La stessa pagina Facebook italiana ha scritto ironicamente: “Tranquilli, telefoniamo noi ai vostri ex amici per chiarire la situazione: di +4 ne basta uno, è per sempre”.
Nel dubbio non spargete troppo la voce: è così adorabilmente da b!tch rispondere ad un +4 con un altro +4.

Uno, la vera regola sui +4

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!