Vittorio Grigolo si difende dall’accusa di molestia e racconta la sua versione dei fatti

22 Novembre, 2019 di Fabiano Minacci

Lo scorso settembre Vittorio Grigolo è stato sospeso dalla Royal Opera House di Londra dopo essere stato accusato di aver molestato una cantante. Il fattaccio secondo i media inglesi sarebbe successo alla fine della replica del Faust a Tokyo. Oggi il tenore è stato ospite a Verissimo ed ha dato la sua versione dei fatti.

“É stato solo un grandissimo malinteso. Ero a Tokyo, alla fine della rappresentazione dell’opera del Faust. Nel momento degli applausi io coinvolgo sempre tutti e lì ho portato davanti al palco anche il corpo di ballo. Sorridendo ho schiacciato la pancia di spugna di una ballerina (che prima era stata protagonista di una scena in cui cercava di fare toccare la pancia ad un Faust spaventato) e ho sentito un corista che mi diceva ‘Che cosa stai facendo? Non lo vedi che è imbarazzata?’ E io gli ho risposto ‘Ma cosa stai dicendo?’. Tutto questo di fronte a un pubblico!

Il giorno dopo vengo chiamato dalla Royal Opera House di Londra e mi dicono che per questa mia condotta devo lasciare. Sono dovuto andare via. Hanno avviato un’inchiesta comportamentale interna, di condotta. Le motivazioni sono state quelle di aver toccato la pancia di spugna. Loro l’hanno raccontato come volevano”.

Durante l’intervista è intervenuto anche l’avvocato di Vittorio Grigolo.

“C’è un video, che per ragioni di copyright non possiamo mostravi, che non lascia spazio a dubbi. Dopo averlo visionato siamo sereni e confidiamo che questa cosa si concluda velocemente”.

 

Vittorio Grigolo a Verissimo.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!